Home Page Chi Siamo Statuto News contatti


Terabithia Missione "Sorriso" il ponte - Ambulatorio di coccole
Bolivia 1 - 30 ottobre 2010

Gallery Clownterapia


Gallery Nodi


Gallery Krav Maga


COORDINAMENTO E REALIZZAZIONE
Il ponte magico – Bolivia
Sprofondo Onlus – Associazione per la Promozione della Pace e dei Diritti dei Popoli – Imperia
Ipazia a.p.s. Imperia

IDEAZIONE E ORGANIZZAZIONE
Sprofondo Onlus – Associazione per la Promozione della Pace e dei Diritti dei Popoli – Imperia
Ipazia a.p.s. Imperia

PARTNERSHIP
Cespim Imperia

RESPONSABILE DEL COORDINAMENTO DA IMPERIA:
Roberto Masuello Responsabile Pubbliche Relazioni
Liliana Giacometti Responsabile Animatori Sprofondo Onlus
Andrea Rubino Presidente Ipazia a.p.s.

RESPONSABILE DEL COORDINAMENTO DALLA BOLIVIA:
Mirna Osuna Responsabile Il ponte
Luigi Cominetti Fondatore Il ponte

RESPONSABILE PARTNER E COORDINAMENTO DALLA LOMBARDIA:
Emilio Mercanti Docente di Apicoltura

CON IL SOSTEGNO DI
Pasta Agnesi
Olio Carli
ArciCamalli Oneglia

PATROCINI (morali)
Comune di Imperia.

Il PROGETTO
L'associazione Sprofondo Onlus Imperia, nell'ambito della propria attività (Promozione della Pace e dei Diritti dei Popoli), dopo la Missione Sorriso Valona, assieme alla Onlus Il ponte magico (www.annardella.it) e all'associazione di promozione sociale Ipazia, ha organizzato una missione "sorriso" in Bolivia – ambulatorio di Coccole - dal 1 al 30 ottobre 2010 in un centro accoglienza per bambini (Comunità Doposcuola IL PONTE).

L'equipe Terabithia sarà composta da 1 clownterapeuta, formatore di operatori e istruttore di difesa personale, un docente di apicoltura, due docenti di percussioni, un insegnante di cucina.
La Missione si chiama Terabithia prendendo spunto dal film "Un ponte per Terabithia" di Gabor Csupo.
Un ponte per Terabithia è un film tratto dall'omonimo romanzo del 1976 di Katherine Paterson già portato al cinema nel 1987, un’opera avvincente con effetti speciali usati con moderazione, per lasciar parlare l’umanità. Il regno di Terabithia è il prodotto della fantasia di due ragazzi, che immaginano tutto ciò che vedono. È come il film veicola un messaggio parlando ai giovani e agli adulti, innalzando la solita morale a qualcosa di più concreto, in una società in cui i confini fra adolescenza e maturità sono labili e quasi scompaiono per la velocità di crescita forzata dall’effetto dei media. Di conseguenza, Un ponte per Terabithia non è un percorso verso uno scontato lieto fine, ma un cammino verso una luce, un’apertura che ha il sapore di un piccolo sogno...Ed è proprio un PONTE quello che noi abbiamo cercato d costruire, un ponte ideale, immaginario che unisce terre e popoli lontani, ma vicini, grazie alla clown terapia.

OBIETTIVO E FINALITA’:
L’Obiettivo della Missione Terabithia è stato quello di creare un gruppo coeso e altamente competente di docenti volontari che, attraverso la "forza" del gruppo, hanno messo a fattor comune le loro competenze, la creatività, la capacità di ascolto, la tenacia nel resistere alle sfide quotidiane, per conoscere e affrontare le problematiche inerenti il territorio e il tessuto sociale in cui sono andati ad operare.
Le finalità della Missione sono quelle di portare un contributo al miglioramento dell'ambiente sociale nel territorio dove l’equipe interverrà, utilizzando la comunicazione non verbale del clown che riesce a avvicinarsi alle persone in punta dei piedi, a scatenare sorrisi e "sdrammatizzare" la difficile realtà della povertà o della guerra e la competenza dei singoli professionisti al fine di formare nuove figure in un ambiente disagiato.
La collaborazione tra le due realtà transatlantiche è iniziata con la richiesta da parte della comunità Il ponte di volontari che riuscissero a fornire un valido ausilio ai fondatori della stessa nel difficile compito di assistere i bambini nelle attività scolastiche e non.
L'obiettivo principale della missione è infatti quello di fornire una cultura globale a chi, nell'immediato futuro, è costretto a far passi da giganti in un sistema che non ammette ritardi e carenze educative e professionali.
Sprofondo Onlus nella precedente Missione Terabithia Valona, nello specifico, ha portato il sorriso, la musica e il colore nel Centro socio educativo "Skolla speciale me probleme te lante mentore", nell'U,.O. di Pediatria di Valona, in tre scuole elementari e materne, nell'orfanotrofio e alla periferia di Valona. Inoltre ha donato all’U.O.di Pediatria di Valona tutto il materiale necessario raccolto e donato dalla cittadinanza di Brindisi, dall’ANVVFF di Brindisi, acquistato dall’Inter Club "J.Zanetti" e messo a disposizione da ogni singola associazione partecipante alla missione, per il corretto svolgimento di tutte le attività giornaliere.

La missione ha avuto anche l’obiettivo di portare a conoscenza gli effetti benefici della clown terapia là dove non era nota e consolidare la testa di ponte già esistente tra l’ASL di Brindisi e Valona, e la collaborazione tra le due Unità Sanitarie Locali, introducendo l’utilizzo della clown terapia quale metodo complementare alla medicina tradizionale.

Bolivia
Due professionisti italiani vanno in vacanza in Bolivia. Cercano e trovano un paradiso terrestre incontaminato dall'uomo, ma distrutto dalla fame che porta i bambini a drogarsi. Loro vendono tutto quello che possiedono in Italia e decidono di dedicare la oro vita al futuro di questi bambini. Riescono a trasformare una masseria in un villaggio turistico dedicato esclusivamente ai ninos de rua per il loro divertimento, ma soprattutto per la loro formazione scolastica. Il progetto, partito con l'assistenza di 80 bambini (vi ricordo che erano solo in 2 gli operatori), si ritrova in poco tempo a far fronte alle esigenze di 150 bambini. A questo punto constatano che da soli non possono seguire tutti i bambini. Cominciano a chiedere aiuto in giro per il mondo; e per fortuna gli aiuti cominciano ad arrivare. Psicologi, medici e figure professionali di ogni settore si offrono GRATUITAMENTE per delle attività che vanno dai corsi di salvamento al primo soccorso, dall'animazione all'assistenza nei compiti dei bambini, dalla pulizia dei locali al giardinaggio. Come vi dicevo la struttura è ambientata in un paradiso terrestre, organizzato secondo i fondamenti della teoria nonviolenta di Gandhi, e realizzato per non far sentire a disagio i volontari, grazie alla costruzione di bungalow e di una piscina.

Sistemazione
bungalow da 8 posti di cui 3 occupati dai docenti e gli altri 5 a disposizione dei frequentatori

Periodi
I corsi verranno svolti in 2 periodi
dall1 al 15 e dal 16 al 30 ottobre

Lingue del corso
Italiano, Spagnolo (Francese e Inglese li assicuro solo per i corsi di difesa personale, quadri marinareschi e clowntherapy).

Corsi
dall'1 al 15 ottobre
cucina italiana
musica (percussioni soprattutto)

dal 15 al 30 ottobre
Krav maga (difesa personale)
quadri marinareschi
clowntherapy

Obiettivi
L'obiettivo dei corsi è:
  • formare figure professionali
  • avviare attività di commercio equosolidale e non
  • scolarizzare i bambini e le loro famiglie
MARKETING PLAN DELLA BOLIVIA
La formazione di figure professionali è necessaria a causa dell'incredibile sviluppo economico a cui la Bolivia non riesce ad adeguarsi. Il presidente Usa, Barack Obama, ha infatti stanziato UN BILIARDO DI DOLLARI (si proprio 1 seguito da 12 zeri 1.000.000.000.000) per la ricerca sul litio.
La Bolivia è il paese più ricco di litio al mondo.
Il litio è l'elemento su cui si basa il film Avatar, dove popolazioni nonviolente si vedono attaccate nelle loro case e nei loro costumi, da un esercito nazionale finanziato dalle multinazionali dell'energia.
Il litio è l'elemento di cui tutti non possiamo fare a meno per le sue proprietà energetiche "pulite" che vengono utilizzate negli orologi, telefoni cellulari, notebook e tra poco anche per le autovetture.
Se vogliamo poi parlare di popolazioni nonviolente, la Bolivia è sicuramente all'avanguardia da questo punto di vista.
Dopo l'insediamento del progressista Evo Morales, è stata promulgata la nuova Costituzione, un capolavoro della letteratura nonviolenta.
Scritta sui principi Gandhiani, vi prego di cercarla e leggerla, per comprendere come le differenze culturali e sociali vengono viste non come delle difficoltà ma come una ricchezza da proteggere per il futuro del paese.
In questo clima gli Usa intraprenderanno, per lo sfruttamento del minerale, una pacifica conquista che porterà lavoro e ricchezza se ben organizzati.

1. La cucina italiana
Ricchezza che potrà venire dalle capacità ristorative. Ed è a questo che punta il nostro corso di cucina italiana. La cucina italiana è infatti, nel mondo, sinonimo di garanzia di qualità. Dato l'alto tasso di stranieri che si stabiliranno per lavoro, il paese dovrà soddisfare le esigenze, non del turista ma del lavoratore straniero permanente.
Il turista infatti, essendo di passaggio preferirà mangiare specialità tipiche del posto.
L'impiegato della multinazionale pranzando presso le mense aziendali con personale del posto, per ovvi motivi di bilancio, sarà costretto alla dieta boliviana. Una dieta che ha la sfortuna di essere povera di vitamine e ricca di grassi.

2. la musica
Accanto alla professione del cuoco potrà svilupparsi quella del musicista che potrà essere impiegato in ristoranti e locali notturni come intrattenitore. Il corso di percussioni mira a garantire in tempi rapidi tutti gli strumenti per poter avviare un'attività indipendente in questo settore.

3. la clowntherapy
La clowntherapy quale metodo complementare alla medicina tradizionale ha ormai invaso i paesi industrializzati. Tutte le ricerche portate avanti negli ospedali si sono concluse con un'unica certezza: la clowntherapy aiuta la guarigione, riducendo addirittura ad un terzo, il periodo di degenza per i bambini accompagnati da un clownterapeuta in sala operatoria.
L'uso della comunicazione non verbale inoltre costituisce un elemento divertente per il bambino che si avvicina finalmente con disinvoltura al tanto temuto camice bianco.
Nella mia precedente missione in Moldova, la comunicazione non verbale, è stato un ottimo strumento per ovviare all'insidioso problema dell'ignoranza del dialetto, unica lingua locale.
Il bambino incuriosito dalla fantasiosa e stravagante figura del clown abbatte i limiti che lo allontanano dalla confidenza con lo sconosciuto. L'utilizzo di bolle sapone e delle sculture di palloncini completa l'opera con risultati ineccepibili.
Il corso di clowntherapy viene effettuato per diffondere questa disciplina, in primis, e formare quindi dei clownterapeuti, in grado di poter operare negli ambienti ospedalieri e anche in contesti sociali difficili come le periferie dove l'abbandono dei bambini per strada è divenuto ormai una consuetudine.

4. il commercio equo solidale
In qualsiasi festa di paese è ormai fissa la presenza di una bancarella di oggetti sudamericani che vanno dal flauto di Pan ai vestiti realizzati a mano. Nonostante la curiosità iniziale, gli indumenti molto caldi non fanno parte della nostra moda, e vengono denigrati come status-symbol indicatore dei frequentatori dei centri sociali. Eppure detta manifattura ha un costo notevole, specialmente se chi la produce è un bambino i cui proventi serviranno alla sopravvivenza della propria famiglia.
Il nostro corso di quadri marinareschi ha come obbiettivo quello di utilizzare detta manodopera per un prodotto d'élite, solitamente venduto in ottiche di lusso, negozi d'arredamento e di generi alimentari.
Nelle nostre scuole elementari è da sempre invalso lo sviluppo delle capacità manuali del bambino grazie al "lavoretto" che poi il bambino regala per le festività religiose e non.
Inoltre nei negozi di modellismo è diventato un hobby rilevante. Il costo del materiale base è circa 20 volte quello della vendita finale del prodotto. Il commercio di questo prodotto potrebbe quindi garantire al bambino:
  • lo sviluppo delle capacità manuali
  • l'acquisto del materiale base
  • una entrata economica decisamente superiore
  • una forma di finanziamento per la comunità Il ponte
6. la difesa personale
Il krav maga nasce in Israele nel secondo dopoguerra per garantire al nascente stato israeliano un valido esercito nonostante disponesse esclusivamente di sopravvissuti dei campi di concentramento.
Detta tecnica non solo garantiva una valida difesa a individui non più alti di 160 cm e pesanti al massimo 50 kg, ma ne assicurava l'apprendimento in periodi inferiori alla settimana.
Il krav maga insegnato solo per 4 mesi fu subito apprezzato nella guerra arabo-israeliana, divenendo inizialmente la principale tecnica di autodifesa dei servizi segreti mondiali e dopo delle forze di polizia.
Oggi anche i civili la studiano. Il nostro corso di Krav maga si propone non solo di formare degli istruttori di questa disciplina ma anche di insegnare alle donne della comunità le tecniche per evitare delle violenze fisiche.

Missione Terabithia - Bolivia
Programma Attività
Dall'1 al 15 ottobre 2010
Ore 8/13 cura dei locali e del giardino
ore 13/14 pranzo
ore 14/20 animazione, corsi di cucina e musica
ore 20/21 cena
ore 21/23 corsi di cucina e musica per adulti
Sistemazione in bungalow

Dal 16 al 30 ottobre 2010
Ore 8/13 cura dei locali e del giardino
ore 13/14 pranzo
ore 14/18 doposcuola
ore 18/20 animazione, corsi di clown terapia e quadri marinareschi
ore 20/21 cena
ore 21/23 corsi di difesa personale
Sistemazione in bungalow